VFP1 (VOLONTARIO IN FERMA PREFISSATA – 1 ANNO)

Requisiti Generali:
Gli aspiranti concorrenti VFP1 devono possedere determinati requisiti indispensabili per poter essere ammessi al Concorso:
a) essere cittadini italiani;
b) godere dei diritti civili e politici;
c) non essere incorsi in condanne per delitti non colposi o non avere a proprio carico procedimenti penali pendenti per lo stesso motivo;
d) non essere incorsi in procedimenti disciplinari conclusi con il licenziamento dal lavoro alle dipendenze da pubbliche amministrazioni o in provvedimenti di proscioglimento da precedenti arruolamenti nelle Forze armate;
e) possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado (ex scuola media inferiore);
f) avere un’età compresa tra il compimento del 18° anno ed il compimento del 25° anno;
g) essere idonei sotto il profilo psico-fisico e attitudinale per l’impiego nelle Forze armate in qualità di VFP 1;
h) essere idonei all’attività sportiva agonistica, il cui possesso deve essere attestato da certificato medico;
i) se candidati di sesso maschile non essere stati ammessi al servizio civile in qualità di obiettore di coscienza, eccetto il caso di successiva rinuncia, ovvero non avere assolto gli obblighi di leva quale obiettore di coscienza;
l) non essere in servizio quali volontari di truppa nelle Forze armate.
Tutti i requisiti sopra indicati dovranno essere posseduti fino alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande per ciascun blocco e mantenuti, fatta eccezione per quello dell’età, fino alla data di effettiva incorporazione, pena l’esclusione dal reclutamento.
I requisiti sono da ritenersi validi salvo modifiche riportate dal bando in atto.

FASI CONCORSUALI VFP1

1) ACCERTAMENTI PSICO FISICI:
Le commissioni per gli accertamenti psico-fisici sottopongono il candidato ad una visita medica generale e ad accertamenti diagnostici presso strutture sanitarie della Forza armata.
2) ACCERTAMENTI ATTITUDINALI:
I concorrenti sono sottoposti ad un accertamento attitudinale finalizzato a valutarne le qualità attitudinali e caratterologiche. Detto accertamento consiste in una serie di prove attitudinali (Test specifici quali MMPI, MMPI-2, test grafici, test di personalità etc.) ed in un’intervista di selezione.
In particolare, attraverso l’accertamento attitudinale sono valutate le potenzialità adattive, le aspettative professionali e gli aspetti motivazionali del concorrente.